Crea sito

La lettura, la corsa, la musica

Pino Benincasa è nato a Catanzaro nel 1972 e dal 1998 lavora e vive con la propria famiglia a Cernusco sul Naviglio, in provincia di Milano.
Appassionato lettore di storia e letteratura da qualche tempo è passato dall’altro lato della pagina, cominciando a scriverci sopra. Nonostante abbia iniziato di recente alcuni suoi racconti sono risultati finalisti in concorsi letterari e pubblicati in altrettante antologie, uno di questi è apparso sul sito web dedicato alla narrativa per smartphone storiebrevi.it.

Pino Benincasa ha pubblicato con EEEXII – Il segno dei giusti

10982217_938398639517623_7792364382097032439_n

di Pino Benincasa

Cercherò di sforzarmi poiché scrivere di me mi riesce sempre un po’ complicato.
La scrittura, che continuo a considerare un bellissimo passatempo, ha una progenitrice ancora molto attiva e per nulla intenzionata a farsi da parte; mi riferisco ovviamente alla lettura, la quale continua a rosicchiare la sua parte nelle mie sempre più ridotte ore di sonno. In questo senso sono praticamente onnivoro: dai grandi classici agli esordienti, dalle biografie ai best-seller, dai quotidiani ai fumetti. Alcuni di questi ultimi, penso per esempio alla scuola argentina, li considero veri e propri capolavori artistici.
Immagine1Poi, come qualcuno aveva notato già un paio di millenni fa, una mente sana ha bisogno di un corpo sano. Ecco allora la mia altra irrinunciabile passione: la corsa. Anche questa, come la scrittura, la pratico da qualche anno (ora che ci penso le due cose sono nate praticamente insieme, strana combinazione), lasso di tempo sufficiente per essere risucchiato nel tunnel del podismo più integralista, fatto di cronometraggi, distanze, dilemmi irrisolvibili sulle scarpe, appoggio del piede e distanza della falcata. In questo periodo sto dando il massimo per riuscire a terminare la mia prima maratona, il 12 aprile a Milano, traguardo che anelo come tappa fondamentale della mia vita, non solo sportiva.
Nelle ore della corsa posso anche ascoltare musica, altra nobilissima arte, senza la quale sarebbe inimmaginabile l’incedere nel mondo. Mi piacciono (quasi) tutti i cantautori italiani, ma ascolto anche altri idoli della mia generazione: David Bowie, U2, Depeche Mode. 24685Poi devo ammettere una particolare predilezione per Caparezza; considero il rapper pugliese una delle penne più graffianti del nostro tempo, alcuni suoi testi offrono uno spaccato implacabile sulle storture della nostra società, costringono alla riflessione, importunano come un gessetto sfregato sulla lavagna. Insomma per certi versi una sorta di Jean-Paul Sartre alle cime di rapa.
In ossequio al principio evangelico, consapevole cioè di tenerli sempre al primo posto, lascio per ultimi i miei tre gioielli: Anna, Greta e Noemi. Non sono propriamente un hobby eppure la stragrande maggioranza del mio tempo libero lo dedico con immensa gioia alle mie tre bimbe.

Related Articles

8 Comments

  1. Luigi Frattini 20 marzo 2015 20:46

    Caro Pino, essere genitori è una corsa per tutta la vita! Complimenti per il suo molteplice impegno e in bocca al lupo per la sua maratona

    Reply
    • Pino Benincasa 21 marzo 2015 14:20

      Caro Luigi concordo. Una corsa per la quale nessuno ha ancora inventato una tabella d’allenamento.

      Reply
  2. Benny 20 marzo 2015 20:34

    Anche a me piace correre, mi rilassa. Chissà, magari ci incontriamo a Milano per la maratona 😀

    Reply
  3. Pino Benincasa 18 marzo 2015 19:28

    Ormai ci siamo quasi e a questo punto, avendo reso pubblica l’impresa, ho uno stimolo in più per raggiungere l’agognato traguardo. Grazie per l’incoraggiamento e vi farò senz’altro sapere com’è andata.

    Reply
  4. Piero S. 18 marzo 2015 16:11

    Io non amo correre, ma ugualmente spero che l’autore si faccia onore nella maratona. In quanto al resto, mi piace il suo essere un padre di famiglia, soprattutto di questi tempi in cui tutto sembra andare a rotoli.

    Reply
  5. Marina Atzori 18 marzo 2015 14:32

    Un autore eclettico direi! Un bell’articolo, familiare e positivo. Anch’io amo correre, devo dire che non è facile trovare il tempo per fare sport, quando lo si trova è sempre una buona cosa. Inoltre l’impegno di una maratona è un grande obiettivo! Ti auguro di ottenere ottimi risultati. In bocca al lupo Pino!

    Reply
  6. Andrea Leonelli 18 marzo 2015 1:59

    Lettore e scrittore, corridore, appassionato di musica e papà… Mica poco per una sola persona. Quasi un supereroe direi. I miei migliori in bocca al lupo per la maratona. Poi ci farai sapere come hai trovato questa esperienza.

    Reply

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 + due =

*

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Il materiale pubblicato è copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.

  • Privacy e Cookie policy

    Privacy Policy
  • Informazioni

    Edizioni Esordienti E-book di Piera Rossotti
    Strada Vivero, 15
    10024 Moncalieri - Torino

    [email protected]
    P.E.C. [email protected]

    011-6472110 - ore ufficio

    Partita IVA 10585010019
    Cod. Fisc. RSSPRI51R68L445X
    REA TO-1145737