Sarà mica per sempre

(3 recensioni dei clienti)

4,99

Descrizione

Sarà mica per sempre di Manuela Leonessa

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 2240 KB
  • Lunghezza stampa: 273
  • Editore: Edizioni Esordienti E-book (13 aprile 2016)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ISBN: 978-88-6690-306-2

Descrizione prodotto

Sinossi

Alice è morta annegata, ma l’assassino l’ha poi rinchiusa nella sua auto e ha collegato il tubo di scarico all’abitacolo per simulare un suicidio. Perché? Non certo per depistare le indagini alle quali è bastata l’autopsia per svelare la messinscena. Sembra, piuttosto, il rispetto di un rituale, di un sacrificio umano. La polizia archivia il caso, ma Emma, la migliore amica di Alice, esige delle risposte e convince l’ispettore Moreno a proseguire le indagini, almeno in via ufficiosa. Al loro fianco anche Barbara, psicologa radiata dall’albo per un errore letale, che si mantiene come domestica presso la famiglia di Alice.Forse Alice è morta al posto di qualcun altro?E chi è la misteriosa Savana? La sua storia si intreccia a quella di Emma e Alice in quello spazio ignoto che è la follia umana, e la soluzione di questo thriller psicologico ambientato a Torino sarà sconcertante e terribile.

3 recensioni per Sarà mica per sempre

  1. Oliviero Angelo Fuina

    Recensione a “Sarà mica per sempre” di Manuela Leonessa (Edizioni EEE)
    a cura di Oliviero Angelo Fuina

    Il romanzo “Sarà mica per sempre” di Manuela Leonessa (Edizioni EEE) è un thriller psicologico che mi ha completamente conquistato sia per la splendida fluidità e brillantezza della penna di Leonessa, che sa catturare benissimo l’attenzione del lettore, e sia per i magistrali intrecci psicologici dei personaggi ottimamente caratterizzati di questo “Cold Case” all’italiana, anzi, alla torinese.
    L’autrice sa come non far smettere di girare pagine ai lettori e lo sviluppo della trama di questo giallo è ricco di intriganti e spiazzanti colpi di scena sui ruoli stessi che i personaggi interpretano. Di certo non fa rimpiangere autori più affermati di questo genere letterario, il che è tutto dire.
    La sinossi è nota: Alice viene trovata morta in un’auto, assassinata da chi poi ha inscenato malamente un finto suicidio con un tubo di gomma, collegato al tubo di scarico, nell’auto stessa. Il caso viene però archiviato irrisolto e solo la caparbietà di Emma, una sua cara amica, lo fa riaprire anche se in modo ufficioso. Emma si avvale di Fabrizio, un suo amico ispettore che a suo tempo si era occupato proprio di questo caso irrisolto, e di Barbara, una psicologa radiata dall’albo per un suo grave errore deontologico e che attualmente sta lavorando come domestica proprio nella casa della famiglia di Alice, la vittima.
    La profondità donata a questi tre personaggi e a tutti gli altri che di volta in volta si sono rivelati al lettore li rende incredibilmente vivi e verosimili e questo lo si deve alla sicura padronanza e conoscenza che l’autrice possiede in ambito psicologico, oltre alla sua bravura letteraria.
    Una lettura quindi piacevole e leggera che però non disdegna profonde riflessioni sulla natura umana e sulle varie dinamiche comportamentali facendo di questo romanzo una lettura imperdibile e altamente consigliabile agli amanti del genere e anche a chi, grazie all’autrice, a questo genere si potrà avvicinare al meglio.

    Oliviero Angelo Fuina

  2. Claudio Oliva

    E’ d’obbligo il richiamo allo spartito musicale per descrivere la sensazione provata ad ammirare lo stile dello scrivere di questa interessante autrice.
    Descrive con sorprendente facilità le varie fasi del romanzo e utilizzando la stessa perizia di un grande direttore d’orchestra ne enfatizza a giusto punto le fasi ironiche, comiche e tristi trascinando il lettore a vivere in prima persona la storia narrata.
    Alcune parti del romanzo sono frizzanti, alcune di attesa, altre emozionanti, ma tutte saggiamente gestite con dialoghi curati e mai inseriti a sproposito.
    Un romanzo morbido e uno stile di scrittura particolare e da gustare sino alla fine. Consigliato.

  3. Stefano Pavesio

    Ho finito di leggere “Sarà mica per sempre”, di Manuela Leonessa.
    Che dire? Brava. Mi è piaciuto. Ben scritto, ha saputo tenere i toni “leggeri” (specie nei dialoghi) e uno stile ironico nonostante la pesantezza dell’argomento. Per uno che ama l’ironia trovare un libro così è un toccasana.
    Letto molto in fretta, significa trama ben riuscita e stile narrativo fluido.
    Se amate il genere ve ne consiglio la lettura.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

tredici − dodici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.