Crea sito

Francesca Mereu

Gli autori EEE vendono anche all’estero

Per quanto possa sembrare strano (ma non lo è affatto), gli autori EEE vendono anche all’estero. In alcuni casi perché vi risiedono, come ad esempio la poetessa Elisabetta Bagli o la scrittrice Francesca Mereu, in altri perché le loro opere sono state tradotte in altre lingue (per lo più in inglese, ma non solo), in altri ancora perché i loro titoli rientrano a far parte di quei pochi libri italiani che sono stati inseriti in cataloghi esteri. Ovviamente, l’essere presenti su Amazon e su altri rinomati store online facilita molto la diffusione e rende anche più semplice l’acquisto per chi non si trova su suolo italiano.

L’ultimo esempio lo ha fornito Lidia Chiarelli, i cui libri sono presenti nei circuiti OverDrive di 4 biblioteche americane e di una canadese.

Tuttavia non è un caso isolato. Le sillogi poetiche di Gastone Cappelloni vanno letteralmente a ruba nei paesi latino americani e in Spagna, Nunzio Russo se la cava egregiamente negli Stati Uniti e l’esordio di Zekharia Blum’s secret dream (Il sogno segreto di Zekharia Blum), scritto dal nostro Claudio Oliva, lascia ben sperare nei paesi anglofoni.

Dunque, che siano tradotti o meno, per una piccola CE digitale, come lo è la nostra, questo è davvero un traguardo notevole.

Questi sono, dunque, i nostri autori all’estero:

Mar 23, 2018

libri-da-gustareFrancesca Mereu e il suo Libro da Gustare

Lo spazio Libri da Gustare vuole stimolare la fantasia dei lettori e non solo quella. Dal momento che il vecchio detto recita che “il cibo nutre lo stomaco e i libri saziano la mente“, abbiamo pensato di stuzzicare i nostri autori proponendo loro di abbinare i titoli delle loro opere a una ricetta, un qualcosa che possa identificare e dare soddisfazione anche al palato.

Il profondo Sud da gustare

A vivere nel profondo Sud americano non ci si innamora solo della musica, ma anche dei suoi sapori. E io mi sono innamorata del blues, del jazz e dei pomodori verdi fritti, un piatto tipico dell’Alabama, lo Stato dove sono ambientate le mie opere teatrali.

Un antipasto che consiglio di gustare nelle calde sere d’estate con un bel blues o jazz di sottofondo, un bicchiere di bianco fresco (e il mio libro in mano!), per provare, anche da casa, le emozioni e i brividi che questa terra ricca di musica e di contraddizioni regala.

Buon appetito e buona lettura!

Profondo sud

Pomodori verdi fritti

 Profondosud_EEE  pomodori-verdi-fritti

Pomodori verdi fritti

Questa ricetta è diventata famosa anche fuori dall’Alabama per il successo ottenuto dal film “Pomodori verdi fritti alla fermata del treno”, tratto dall’omonimo romanzo di Fannie Flagg, la bravissima scrittrice di Birmingham.

Ingredienti

4 pomodori verdi, 80 grammi di farina di mais, 80 grammi di farina 00, 2 uova, sale, pepe nero, olio per friggere.

Preparazione

Lavare i pomodori e tagliarli nel senso della larghezza, ricavando fette di circa 1 cm. Salare e metter a scolare su una gratella per circa 20 minuti, in modo da far perdere l’acqua di vegetazione. Intanto in una ciotola mischiare la farina di mais e la farina 00. In un altro contenitore sbattere le uova con il sale e il pepe.
Asciugare le fette di pomodoro e passarle prima nell’uovo e poi nella farina. Ripetere l’operazione 2 volte.
Friggerle in abbondante olio.

Fonte da cui è tratta la ricetta: Giallozafferano

Profondo Sud

Due opere teatrali ambientate nel profondo Sud americano che raccontano, attraverso testimonianze di personaggi veri, la schiavitù, la segregazione, e la dura lotta dei neri per la conquista dei diritti civili.
La Musica del Diavolo lo fa attraverso la storia del blues, la musica testimone di proteste e violenze razziali. Un ritmo nato nei campi di cotone che ha rivoluzionato il panorama musicale americano e non solo.
The Magic City è invece la storia di Birmingham, la città dell’Alabama che Martin Luther King ha chiamato «la più segregata d’America». Qui negli anni Sessanta sono iniziate le manifestazioni pacifiche dei neri che hanno costretto l’America ad approvare leggi che bandiscono ogni tipo di discriminazione.
Nelle sue opere, ispirate al teatro documentario, Francesca Mereu porta il lettore e lo spettatore a scoprire, attraverso le emozioni dei protagonisti, la bellezza e le infinite contraddizioni di questa parte d’America.

Dettagli del libro

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 802 KB
  • Lunghezza stampa: 65
  • Editore: Edizioni Esordienti E-book (24 aprile 2016)
  • Venduto da: Amazon – Kobo
  • Lingua: Italiano
  • ISBN: 978-88-6690-314-7
Nov 09, 2016
pizap.com14620342350501
Autore e narratore, è risaputo, non sono la stessa cosa, neppure quando si scrive un’autobiografia. Perché? Semplice, perché la scrittura letteraria è sempre finzione.Qui trovate il primo di tre video che saranno dedicati al narratore e al suo ruolo.
Questa settimana il nostro catalogo si è arricchito di due nuove opere teatrali, da rappresentare, ma anche semplicemente da leggere: La casa, di Laura Bucciarelli, è l’opera vincitrice del premio Un bagaglio di idee 2015, promosso dalla Fed.It.Art. Impossibile non pensare a Beckett, leggendo questo atto unico. In una casa vuota, persa in una campagna buia e senza punti di riferimento, tre personaggi dialogano tra loro, girando intorno a una misteriosa valigia, unica suppellettile presente nell’ambiente. All’assurdo si aggiunge anche una puntina di horror, quel tanto che basta per speziare un dialogo scarno e ambiguo. È lo spettatore che, assistendo alla scena, costruisce ipotesi di possibili storie e con la sua immaginazione crea il mondo esterno e l’ambiente interno, ambedue densi di incognite e poco rassicuranti, metafore di un mondo inospitale e della difficoltà dei rapporti umani e della comunicazione interpersonale.
La seconda opera è Profondo Sud di Francesca Mereu, due pièces di teatro documentario.  Sono storie dal profondo Sud americano, per capire la lotta dei neri per la conquista dei diritti civili. L’autrice, una giornalista italiana che vive in Alabama, porta il lettore e lo spettatore a scoprire, attraverso le emozioni dei protagonisti, la bellezza e le infinite contraddizioni di questa parte d’America.


La casa
:

La_casa_EEEImpossibile non pensare a Beckett, leggendo questo atto unico. In una casa vuota e inospitale, persa in una campagna buia e senza punti di riferimento, tre personaggi dialogano tra loro, girando intorno a una misteriosa valigia, unica suppellettile presente nell’ambiente. All’assurdo si aggiunge anche una puntina di horror, quel tanto che basta per speziare un dialogo scarno e ambiguo. È lo spettatore che, assistendo alla scena, costruisce ipotesi di possibili storie e con la sua immaginazione crea il mondo esterno e l’ambiente interno, ambedue densi di incognite e poco rassicuranti, metafore di un mondo inospitale e della difficoltà dei rapporti umani e della comunicazione interpersonale.

La casa è il testo vincitore dell’edizione 2015 del concorso “Un bagaglio di idee”, indetto dalla Fed. It. Art.

Profondo Sud:

Profondosud_EEEDue opere teatrali ambientate nel profondo Sud americano che raccontano, attraverso testimonianze di personaggi veri, la schiavitù, la segregazione, e la dura lotta dei neri per la conquista dei diritti civili.
La Musica del Diavolo lo fa attraverso la storia del blues, la musica testimone di proteste e violenze razziali. Un ritmo nato nei campi di cotone che ha rivoluzionato il panorama musicale americano e non solo.
The Magic City è invece la storia di Birmingham, la città dell’Alabama che Martin Luther King ha chiamato «la più segregata d’America». Qui negli anni Sessanta sono iniziate le manifestazioni pacifiche dei neri che hanno costretto l’America ad approvare leggi che bandiscono ogni tipo di discriminazione.
Nelle sue opere, ispirate al teatro documentario, Francesca Mereu porta il lettore e lo spettatore a scoprire, attraverso le emozioni dei protagonisti, la bellezza e le infinite contraddizioni di questa parte d’America.

Buon fine settimana e buona lettura a tutti.

Piera Rossotti Pogliano
Direttore Editoriale di EEE-book
Mag 11, 2016
  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Il materiale pubblicato è copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.

  • Copyright

    Il materiale fotografico, loghi e quant’altro utilizzato all'interno del blog è stato reperito da fonti pubbliche, oppure è stato reso disponibile da terzi.
    Qualora per errore siano presenti immagini o contenuti protetti da copyright, si invita gli interessati a darne immediata comunicazione in modo da procedere alla rimozione tempestiva.

  • Privacy e Cookie policy

    Privacy Policy
  • Informazioni

    Edizioni Esordienti E-book di Piera Rossotti
    Strada Vivero, 15
    10024 Moncalieri - Torino

    [email protected]
    P.E.C. [email protected]

    011-6472110 - ore ufficio

    Partita IVA 10585010019
    Cod. Fisc. RSSPRI51R68L445X
    REA TO-1145737