postazione-daniela-comp

Daniela Vasarri e La sua Postazione

la-mia-postazione

Daniela Vasarri e La sua Postazione

Ogni autore possiede una propria postazione in cui le idee prendono forma e le parole scorrono velocemente sul monitor. Per i più conservatori esistono ancora gli scrittoi, carta, penna, talvolta calamaio. Tuttavia, a prescindere dal mezzo con cui si esprimono i pensieri, la magia che scaturisce è quella insita in ogni forma d’arte e noi vogliamo farvi vedere come se la cavano i nostri autori.

La mia postazione, ovvero il mio mondo

postazione-daniela

Quest’immagine rappresenta per me il mondo segreto nel quale mi tuffo ogni giorno appena posso, dimenticando tutto ciò che sta fuori. Passo molte ore seduta davanti al monitor, che non considero sprecate ma salutari per il mio benessere psicofisico. In mezzo ai miei quaderni di appunti, ai libri che ho scritto, io sto bene, come fossi un bambino nel grembo materno. Poi i miei riconoscimenti a premi letterari (solo di alcuni ho potuto appendere l’attestato) rappresentano per me uno stimolo visivo quotidiano a continuare a scrivere. Ora però, rispetto a qualche anno fa, nei quali ero proprio agli inizi della mia passione e desideravo misurare le mie capacità, non amo più partecipare a contest letterari e non perché abbia la presunzione di essere “matura” ma perché preferisco dosare la mia produzione e sottoporla solo se veramente convinta.

Nessuno può spostare o togliere qualcosa da questo mio spazio di studio, perché se lo facesse sarebbe un po’ come se profanasse la mia immagine.

E non vi è scrivania miglior al mondo sulla quale lavorare.

One Response

Lascia un tuo commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

uno × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.