Il diario intimo di Filippina de Sales e Il Longobardo

Il diario intimo di Filippina de Sales e Il Longobardo in versione FREE

Il diario intimo di Filippina de Sales e Il Longobardo in versione FREE

Il diario intimo di Filippina de Sales e Il Longobardo sono due dei libri scelti dal catalogo EEE per essere visualizzati anche nella versione FREE

Avere la possibilità di leggere gratuitamente una parte corposa di un libro vi darà modo di comprendere se vi piace lo stile dell’autore, se la trama vi coinvolge e se, arrivando al termine della parte FREE, avrete voglia di acquistare in versione completa digitale o, in diversi casi, la versione cartacea del libro in questione.

Il diario intimo di Filippina de Sales – versione free

Eroina di un secolo di storia tormentata, Filippina de Sales, futura marchesa di Cavour, illustra con la penna del cuore i suoi sentimenti di Savoiarda combattiva, madre, nonna, alle prese con il suo destino.

Dietro le parole intime del suo diario, traspare tutta la grande storia del XVIII e XIX secolo: dalla Rivoluzione francese al periodo del Consolato e dell’Impero napoleonico, quando il Piemonte è diventato parte integrante della Francia, alla Restaurazione, fino all’inizio delle guerre per l’Indipendenza.

La discendente di san Francesco di Sales, presto nella bufera degli intrighi napoleonici, e poi negli anni bui della Restaurazione, dedica la sua vita alla famiglia Cavour, di cui diviene il capo morale indiscusso.

 

Il Longobardo – Terra di conquista – versione free

A.D.773. Carlo Magno valica le Alpi e in poche settimane cancella il regno longobardo dalle carte geografiche. Da che parte schierarsi? Il dilemma angoscia anche Claudio, discendente dell’antica e potente famiglia dei Ravello. Aiutato da un pugno di coraggiosi, il giovane ingaggia una disperata lotta contro avversari astuti e spietati, compiendo il percorso di maturazione che lo trasformerà in un uomo.

Terra di Conquista è un romanzo dal taglio cinematografico e ricco di dialoghi che compongono un affresco straordinariamente accurato di un’epoca violenta e remota in cui la cultura di Roma, nonostante l’imporsi della barbarie, non è del tutto spenta, ma sopravvive oltre che nell’orgoglio di Claudio, anche nella forza unificante della lingua latina e della religione cristiana.

Teatro di questa avventura sono la città di Torino, allora sede di un importante ducato, i contrafforti delle Alpi e le paludi e i boschi che all’epoca occupavano gran parte della valle del Po.

 

Lascia un tuo commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

2 × tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.