inferno e libro da gustare

Irma Panova Maino e Il suo Libro da Gustare – Voglio andare all’inferno

Lo spazio Libri da Gustare vuole stimolare la fantasia dei lettori e non solo quella.
Dal momento che il vecchio detto recita che “il cibo nutre lo stomaco e i libri saziano la mente“, abbiamo pensato di stuzzicare i nostri autori proponendo loro di abbinare i titoli delle loro opere a una ricetta, un qualcosa che possa dare soddisfazione anche al palato

Voglio andare all'inferno e Tortino di cioccolato con cuore fondente

L’abbinamento, di questo dolce con la trama del libro, nasce quasi per caso. Tuttavia, nel momento stesso in cui ho visto il cuore di cioccolato sciolto, riversarsi nel piatto, fumando bollente, ho capito che era quella la giusta ricetta da accostare. E la motivazione diventa visivamente semplice.

Provate a pensare a quanto possa fare gola questa piccola porzione di cioccolato mentre ve la servono… i suoi aromi si diffondono nell’aria portando automaticamente la saliva a livelli notevoli. Poi il cucchiaino affonda nell’impasto morbido e delicato ed immediatamente un piccolo fiotto di lava bollente si spande sulla superficie del piatto.

Ebbene, semmai aveste fatto l’errore di assaggiare quella lava invitante, sapreste bene quanto sia calda e ustionante. Dunque, come avrei potuto non paragonare il tortino, all’apparenza così delizioso e innocuo, con la storia che volevo raccontare?

Anche l’inferno per Kam (il protagonista) appare meraviglioso e innocuo, ma quel cuore bollente e ustionante… alla fine lo porterà verso il suo destino.

Voglio andare all'inferno

Tortino di cioccolato con cuore fondente

Inferno_EST
Tortino-di-cioccolato-con-cuore-fondente

L’immagine della pietanza è tratta da: ricetta.it

Ingredienti

farina 00 40 g di farina 00
burro 200 di burro
zucchero 160 di zucchero semolato
uovo 4 uova
cioccolato fondente 200 g di cioccolato fondente
zucchero a velo q.b. zucchero a velo

Preparazione

Per preparare i nostri tortini dal cuore morbido, per prima cosa tagliamo a pezzetti il cioccolato fondente e facciamolo sciogliere a bagnomaria insieme al burro e lo zucchero.

Mescoliamo bene poi quando il composto è cremoso e omogeneo, togliamolo dal fuoco e facciamolo raffreddare a temperatura ambiente.

Dopodiché aggiungiamo le uova una alla volta, in modo da incorporarle bene all’impasto. Aggiungiamo anche la farina setacciata e mescoliamo bene il tutto.

Imburriamo e infariniamo otto stampini in alluminio, monoporzione: facciamo attenzione a questo passaggio, cerchiamo di imburrare in modo omogeneo per evitare che il dolce non si stacchi quando cercheremo di capovolgerlo.

Versiamo il composto negli stampini con un mestolo, poi ricopriamoli con della pellicola trasparente e facciamoli riposare per quattro ore in freezer.

Trascorso questo tempo, mettiamoli in forno statico preriscaldato a 220° per 20 minuti.

A fine cottura, capovolgiamo gli stampini su un piatto, così da estrarre i tortini. Spolveriamoli a piacere con lo zucchero a velo e serviamoli ai nostri ospiti.

La ricetta della pietanza è tratta da: ricetta.it

Inferno_EST

La trama

Cosa c’è nella testa di un serial killer?

Per il giovane Kam, essere un mostro è la “normalità”. Non può fare altro che seguire la propria indole, dapprima torturando e uccidendo animali, poi passando ad uccidere gli esseri umani. Soltanto così, dando la morte attraverso il dolore, un serial killer riesce a godere.

Un grave incidente, che lo riduce in fin di vita, offre il destro alla Morte per fargli dare un’occhiata all’inferno: Kam è sorpreso dall’aspetto bucolico del paesaggio, dalla vita che si può condurre nell’aldilà, continuando a fare ciò che procurava piacere durante la vita.

Per lungo tempo Kam continua a vivere e ad essere un serial killer, senza mai venire scoperto, soddisfatto per la sofferenza che riesce a procurare alle sue vittime.

Quando, un giorno, muore davvero, si ritroverà all’inferno, che è veramente il luogo ameno che in passato gli ha mostrato la Morte, e qui potrà continuare a seguire le proprie pulsioni.

Ma allora, non c’è una punizione per chi ha fatto delle scelte così terribili come quelle del protagonista? In che cosa consiste davvero l’inferno?

Kam lo scoprirà ben presto…

Lascia un tuo commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

16 − 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.