donne

Le insolite donne

Le insolite donne

I romanzi di questa settimana hanno entrambi delle protagoniste femminili che potreste incontrare nella vita di tutti i giorni, eppure sono due donne molto speciali, protagoniste non scontate di due interessanti opere.

Bambola di porcellana

Bambola di porcellana è il primo romanzo di una giovanissima autrice torinese, Cassandra Artusi, che ambienta la storia nella sua città.

Selene Dalmasso, matricola all’università di Torino, non appare dissimile dalle sue coetanee, se non fosse per il sorriso artefatto e l’artificiosità nel modo di porsi. Le maschere dietro alle quali si nasconde celano un passato oscuro, segreti tenacemente custoditi e dolorose cicatrici che hanno lasciato segni invisibili sulla sua pelle.

Ma difficile è ignorare i fantasmi del passato quando essi riemergono con tanta impudenza, portando risvolti del tutto inaspettati. Se da una parte i vecchi traumi l’avvicinano a Lorenzo, spirito a lei complementare, dall’altra la spingono inesorabilmente lontano da lui, facendo vacillare la loro peculiare storia d’amore.

I segreti che sarà costretta a svelare, le paure a cui dovrà dar voce, indurranno Lorenzo ad allontanarsi o proveranno la sincerità del suo affetto?

Innumerevoli sono le prove cui ci sottopone la vita, senza remore ci costringe a prendere decisioni per le quali non siamo pronti e quasi sembra compiacersi dei nostri fallimenti, malgrado l’impegno con cui perseveriamo. Ma con maggior spensieratezza si possono affrontare le difficoltà se durante il viaggio non si è soli.

Cosa si è disposti a fare se il male da debellare è parte integrante della persona amata?

 

Stai calma, Costanza

Stai calma, Costanza, è invece il terzo romanzo thriller/noir di Elena Grilli, già nota ai lettori per le opere pluripremiate Come il mare ad occhi chiusi e Il cerchio delle donne.

Personaggi strani si aggirano per Ancona: un traffichino turco, un ingegnere molto creativo ma poco accorto, un poliziotto dai metodi per nulla ortodossi, una psicologa sui generis.

E poi Costanza, donna dalle mille contraddizioni: intuitiva e ingenua, candida e maledetta, generosa e ostile. Il suo disturbo di personalità di tipo paranoide non l’aiuta a restare in contatto con la realtà, ma le permette di vedere dettagli che sfuggono ad altri.

Tra terroristi dell’ISIS, giudici corrotti, servizi sociali deviati, mercanti d’armi senza scrupoli e vicini di casa spacciatori, Costanza vive con la sensazione di pericolo cucita addosso.

Dotata di un profondo senso della giustizia, persegue senza cedimenti il suo obiettivo di chiarire le misteriose circostanze in cui il suo titolare è scomparso. Lo fa andando fino in fondo, anche a costo di farsi molto male.

Un romanzo dalle tinte thriller e noir, un colpo di scena via l’altro, un finale inaspettato. E un personaggio, Costanza, che lascia il segno per la sua ingegnosa follia e la sua inflessibile cocciutaggine.

Lascia un tuo commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

20 + 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.