Il tramonto delle aquile (1)

Chiara Curione e Il suo Libro da Gustare

Lo spazio Libri da Gustare vuole stimolare la fantasia dei lettori e non solo quella.
Dal momento che il vecchio detto recita che “il cibo nutre lo stomaco e i libri saziano la mente“, abbiamo pensato di stuzzicare i nostri autori proponendo loro di abbinare i titoli delle loro opere a una ricetta, un qualcosa che possa dare soddisfazione anche al palato

Motivazione

Ho abbinato la omelette di arance al mio libro poiché ha origine da un’antichissima ricetta tratta da un ricettario medievale. Questo ricettario contiene ricette che provengono dalla corte di Federico II.

Manfredi di Svevia, il protagonista del romanzo “Il tramonto delle aquile”, era il figlio prediletto dell’Imperatore, e durante il suo breve regno continuò gli usi e i costumi della corte paterna. Manfredi infatti somigliava in tutto a Federico avendo i suoi stessi gusti, amando come lui la caccia la musica e la poesia. La cucina Federiciana tra l’altro fu innovativa rispetto alle tipiche pietanze medievali, oltre a subire l’influenza della cucina araba, era ricca di cibi più freschi, e meno pesanti della vecchia cucina medievale.

Come si può notare dalla foto la ricetta è stata riproposta in versione moderna come omelette di arance.  Tuttavia la ricetta tratta dall’antico testo “Liber de coquina” mostra la preparazione della frittata di arance.   

Il tramonto delle aquile

Omelette all'arancia

il tramonto delle aquile
1410277025610

L’immagine della pietanza è tratta da: www.cucchiaio.it

Ingredienti

  • 4 uova,

  • 1 arancia,

  • 40 gr. di zucchero,

  • 30 di burro

  • e 2 cucchiai di marmellata d’arance.

Preparazione

in una ciotola sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema spugnosa, a parte montare a neve gli albumi e incorporarli ai tuorli delicatamente mescolando dal basso verso l’alto. Lasciare sciogliere il burro in una pirofila e versare le uova. Dopo un minuto mettere in forno caldo a 150° e lasciar cuocere il dolce per 10 minuti fino a quando lo si vede ben gonfio.

Nel frattempo in una casseruola scaldare il succo dell’arancia con la marmellata e la buccia dell’arancia tagliata a filetti molto sottili.

Togliere l’omelette dal forno, inciderla nel mezzo e farcirla con marmellata e filetti della buccia d’arancia. spolverizzare con lo zucchero al velo e servire.

La ricetta della pietanza è tratta da: www.cucchiaio.it

il tramonto delle aquile

La trama

Manfredi di Svevia, ultimo sovrano svevo del regno di Sicilia, racconta in prima persona le complesse e drammatiche vicende di cui fu protagonista, fino alla battaglia di Benevento, in cui perse la vita nel 1266, sconfitto da Carlo d’Angiò. Romanzo scorrevole, di buona scrittura, è adatto anche ad un pubblico giovane, ed ha il merito di avvicinare il lettore alla storia di un periodo complesso e travagliato, in cui il papato lotta per essere protagonista di primo piano, ed usa tutti gli strumenti, compreso quello della scomunica e il sostegno al partito guelfo, per tentare di avere ragione dei suoi avversari del partito ghibellino, di cui Manfredi è il capo riconosciuto. La documentazione attenta e accurata permette inoltre al lettore di immergersi nella vita quotidiana dell’epoca, ricostruita vividamente attraverso un’ambientazione convincente e di comprendere la mentalità medievale, le credenze, le abitudini, di un’epoca in cui affondano le radici del mondo moderno.

Lascia un tuo commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

quindici − tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.